Lettori fissi

martedì 29 gennaio 2013

Sicilian Glamour e Tràlàlà

Quando Berta filava...


Buon pomeriggio mie vecchie e nuove amiche,
dal titolo del post si comprende che gli argomenti oggi trattati sono più di uno...
ma cominciamo con un ricamo già terminato da diverso tempo, 
ma che non avevo avuto il tempo di postare,
si tratta della "damina coi polletti", tratta da uno  schema di 
Corinne Rigaudeau, 
schemi più  conosciuti col nome  Tràlàlà


L'immagine di sopra, rappresenta quello che sarebbe divenuto il ricamo se avessi seguito alla lettera lo schema e l'indicazione dei colori


questo è quello che invece ho realizzato, modificando i colori e realizzando il ricamo su lino a trama grossa, di color beige scuro


Devo dire che ne sono abbastanza soddisfatta 
e  credo proprio che ne farò un cuscino...

Adesso cambiamo  argomento, e ritornando al mio progetto 
" Sicilian Glamour"  
(clicca qui e qui se vuoi saperne di più)
 catapultiamo la nostra attenzione su una delle Sagre, secondo me, più belle e significative dal punto di vista culturale e sociale:
La Sagra del Mandorlo in fiore che si tiene ogni anno,da più di mezzo secolo, nella prima settimana di febbraio, 
nell'amena città di Agrigento.


Come molti di voi sapranno, 
è una festa che coinvolge e aggrega i popoli della terra che  contribuiscono con le loro tradizioni, usi e costumi a vivacizzare e ad arricchire un evento di amicizia e fratellanza che trova il suo contesto peculiare nella cornice fiorita della Valle dei Templi di Agrigento.

Non esistono razze, colori, diversità 
ma solo umanità e condivisione, solidarietà e cultura...



 ricordo un episodio di diversi anni fa, ove a partecipare vi erano gruppi folkloristici provenienti dell'Iraq e dell'Iran, che nonostante nella loro realtà territoriale avessero più di qualche screzio, eufemisticamente parlando, 
in quella manifestazione sembrava che ogni risentimento era stato cancellato o meglio sembrava non esser mai esistito.



Sarà la musica, sarà il contesto, sarà la neutralità di una città che comunque risulta essere per posizione territoriale un centro oltre che geografico soprattutto culturale del Mediterraneo, 
 l'atmosfera che si respira è ricolma di allegria.


La sagra inizia con l'accensione del tripode dell'amicizia da parte di tutti i rappresentanti dei popoli partecipanti all'evento...


lo scenario è suggestivo, perché la cerimonia avviene dinanzi al Tempio della Concordia, simbolo appunto della pace fra i popoli 



Un aspetto non trascurabile  della Sagra è la gastronomia, 


che vede come elemento principe i dolci a base di pasta di mandorle.


Come resistere?

Tengo a precisare che questa è una testimonianza,come altre volte ho già detto, di quanto di bello e di positivo esiste ed è presente nella nostra splendida sicilia.


Bacioni e alla prossima, Titty









venerdì 11 gennaio 2013

Stitchery e ringraziamenti

Quando Berta filava...


Buon pomeriggio care amiche laboriose,
oggi vi voglio parlare del mio primo tentativo di Stitchery...
ma prima di incominciare, desidero fare dei ringraziamenti!
poco tempo fa, ho partecipato al contest 
"Mission Impossible"



organizzato da Marzia del blog Fantasilandia , con un progetto di Mamma Rucola che potete vedere qui 
La cara Marzia, che ringrazio  (Marzia tu mi vizi!) ha conferito a questo post il 3° premio .... un fantastico paio di orecchini 



Ho prelevato la foto scattata da Marzia, visto che Mamma Rucola al momento è impossibilitata a inviarmi una foto.
Non sono deliziosi?

Desidero ringraziare inoltre la cara Fanny del Blog 
La Mongolfiera creativa che in occasione del suo Blog Candy,


 ha premiato tutte le partecipanti con uno splendido cartamodello di cucito creativo.

Passiamo adesso alla mia creazione con la tecnica Stitchery, tecnica che ammiravo già da tempo, ma che non avevo avuto modo di provare fino a quando non m'è venuto in mente di realizzare questo bannerino.


Il ricamo l'ho realizzato con i toni del verde e dell'arancio, utilizzando quei gomitolini di cotone dal colore cangiante che le esperte di lavori all'uncinetto conoscono bene.


Il lavoro, l' ho poi applicato, cucendolo a mano, a del velluto a rilievo delle stesse tonalità, ed ho anche realizzato le passamanerie, cucendo tra loro del lino grosso, del nastro e dello spago.


Alla fine, ho decorato il tutto, con foglie in tessuto e fiori in carta di riso, unendoli con un ritaglio di pizzo francese ed un nastrino a tema.


Questo è il risultato, volutamente country...
spero che vi piaccia!

Un bacione, Titty.








lunedì 7 gennaio 2013

La ruota di Palermo ha decretato...

Quando Berta filava...

Ciao carissime amiche  creative,
con l'estrazione della Ruota di Palermo di sabato 5 gennaio, si è concluso il mio 1° blog Candy



Desidero, innanzitutto, ringraziarvi per la partecipazione e per i vostri graditissimi commenti, siete state in tutto 48 iscritte, ed il numero utile vincente è il 2° estratto della ruota di Palermo:

66       1    83     39     58     


Pertanto, la vincitrice è Vans del blog: Gomitoloni

Congratulazioni carissima Vanessa, aspetto il tuo indirizzo alla mia mail :
lafatatitty1@yahoo.it

Il dono non lo posto adesso, visto che ho pensato a qualcosa di personalizzato con l'iniziale della vincitrice, per cui chiedo un po di pazienza a tutte e soprattutto a te cara Vanessa.

Ho preparato poi un attestato di vincita, chiamiamolo così, che se vuoi puoi prelevare.


Vi saluto e alla prossima, Titty.